I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie presenti sul Portale.

Ultime News

Il sottosegretario al Lavoro Durigon ha annunciato che il governo lavora per alzare la soglia di età per riscattare con lo sconto gli anni universitari. Per ricevere maggiori informazioni, contatta Cedan. Visita il nostro sito.

 

 

Si profilano importanti modifiche al decretone sul fronte riscatto laurea agevolato ai fini pensionistici. Il limite, ora fissato a 45 anni, potrebbe salire fino a 50 anni. Il governo è al lavoro per alzare la soglia di età entro cui riscattare gli anni di università con lo sconto. Lo ha annunciato il sottosegretario al Lavoro, Claudio Durigon, spiegando che la modifica potrebbe arrivare nel corso dell’iter parlamentare che partirà al Senato.

Durigon ha chiarito che il riscatto agevolato varrà anche ai fini del calcolo del valore dell’assegno pensionistico e non solo per ridurre gli anni necessari al pensionamento. Nella prima versione del decretone si indicava che i versamenti andavano a contribuire a innalzare l’anzianità contributiva ma non facevano crescere il valore della pensione e di fatto il lavoratore “comprava” anni di contributi senza incidere sull’assegno futuro. Adesso le cose dovrebbero migliorare.

Nel calcolo del riscatto, si conteggiano gli anni di durata legale del corso di laurea (non si tiene conto dunque degli anni fuori corso). Il costo del riscatto agevolato è calcolato moltiplicando l’aliquota di computo (33%) per il reddito minimo della Gestione Inps di artigiani e commercianti, pari a 15.710 euro nel 2018, con una spesa di 5.185 euro circa per ogni anno da riscattare. L’importo varia tra i 15mila euro per una laurea breve e i 25mila per un corso di laurea completo. Un metodo meno costoso di quello tradizionale per i periodi contributivi, che prende come riferimento non una base forfettaria, ma l’ultima retribuzione imponibile del lavoratore prima della richiesta per applicare il 33%. Un lavoratore in regime contributivo, che guadagna circa 40mila euro lordi, col metodo ordinario pagherebbe poco più di 13mila euro l’anno, col nuovo metodo spenderà poco più di 5mila euro l’anno.

Per informazioni, contatta la sede Cedan più vicina a te e visita il nostro sito; è possibile inoltre scrivere un’e-mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e chiamare il numero 091 7098356.