I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie presenti sul Portale.

Ultime News

Per le lavoratrici della scuola è possibile presentare domanda fino al 28 febbraio 2020. Come ha riportato anche Orizzonte Scuola, “possono presentare domanda all’Inps le lavoratrici che hanno maturato i requisiti entro il 31 dicembre 2019”. Chiedi a Cedan S.r.l.s. una consulenza personalizzata, visita il nostro sito

Infatti, “l’Istituto nazionale della Previdenza sociale precisa che la legge di Bilancio ha esteso la possibilità anche alle donne che l’anno scorso hanno raggiunto 58 anni di età (59 le autonome) e 35 di contributi di accedere alla pensione a condizione che optino per la liquidazione dell’assegno con il calcolo contributivo”.

Va, infine, ricordato come i 35 anni di contributi debbano necessariamente essere «effettivi», escludendo la contribuzione figurativa della disoccupazione e della malattia non integrata dal datore di lavoro. Inoltre, non è possibile «cumulare» gratuitamente i vari spezzoni contributivi, né fra le varie gestioni Inps né con i contributi delle casse professionali. Chi volesse sommare contributi dovrà ricorrere al metodo oneroso della ricongiunzione. L’unica eccezione è data per le iscritte sia al fondo dei dipendenti del privato sia alla gestione artigiani e commercianti che sono fra loro cumulabili gratuitamente, con l'unico scotto di applicare in quel caso i requisiti anagrafici (59 anni) e la finestra mobile (18 mesi) delle lavoratrici autonome.  

In ambito scolastico, sempre per le donne, si può presentare domanda di cessazione del servizio tramite Polis Istanze on line entro il 28 febbraio 2020. Per la decorrenza della pensione le lavoratrici dipendenti dovranno attendere 12 mesi, 18 le autonome.

Per conoscere i dettagli del pensionamento, visita il sito di Cedan S.r.s.l. e scopri le nostre sedi.