Cedan

PRESENTA LA TUA DICHIARAZIONE DEI REDDITI ENTRO IL 30/09/2022

  • 00Giorni
  • 00Ore
  • 00Minuti
  • 00Secondi

Per il 31 Marzo 2022, è prevista la fine dello stato di emergenza in Italia, infatti il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali con la nota 7 marzo 2022, n. 2003, fornisce indicazioni in merito all’applicazione delle disposizioni sulla Certificazione verde Covid-19 ai beneficiari del Reddito di Cittadinanza che partecipano ai PUC (Progetti Utili alla Collettività)

In particolare:

  • all’accesso agli Uffici Pubblici per lo svolgimento di colloqui o attività propedeutiche alla sottoscrizione del Patto per l’inclusione;
  • all’accesso agli Uffici Pubblici da parte dei beneficiaridel RdC che accedono agli Uffici Pubblici per la partecipazione ai Progetti Utili alla Collettività.

ACCESSO PRESSO GLI UFFICI PUBBLICI: L’accesso ai pubblici uffici per esigenze non essenziali o primarie è consentito a tutti coloro in possesso del Green Pass base, da intendere come tale la Certificazione verde COVID-19 ottenuta per vaccinazione, guarigione, test antigenico rapido o molecolare con esito negativo. Ai sensi della legge 30 dicembre 2021, n. 234, si specifica che nei Patti per il Lavoro e nei Patti per l’Inclusione Sociale è necessariamente richiesta la partecipazione periodica dei beneficiari del RdC nonché attività e colloqui da svolgere in presenza. I beneficiari, che parteciperanno agli incontri prestabiliti, dovranno accedere ai pubblici uffici con Green Pass. Non saranno giustificati i soggetti impossibilitati all’accesso per la non disponibilità della certificazione verde. In questo caso, gli assistenti sociali dovranno inviare una comunicazione formale al beneficiario e qualora quest’ultimo non rispondesse alla convocazione, la problematica verrà segnalata tramite la Piattaforma GePI.

L’obbligo del Green Pass non si applica ai soggetti esenti dalla vaccinazione anti-Covid19, sulla base di idonea certificazione medica.

ACCESSO PRESSO GLI UFFICI PUBBLICI PER LA PARTECIPAZIONE AI PUC: Per quanto concerne i beneficiari del Reddito di Cittadinanza impiegati in progetti PUC presso le PA, l’obbligo inerente al possesso del Green Pass rafforzato dopo la fine di marzo si basa sulla valutazione dell’età anagrafica. Ecco i due casi possibili:

  • beneficiari RdC, che non abbiano ancora compiuto 50 anni e partecipanti ai PUC a titolarità dei Comuni: fino al 31 marzo 2022 sono tenuti a possedere ed esibire su richiesta la Certificazione Verde;
  • beneficiari RdC, tenuti per espressa previsione normativa a partecipare ai PUC e che abbiano compiuto 50 anni: in analogia a quanto previsto per tutti i lavoratori e indipendentemente dal settore in cui operano e dalla tipologia di attività che svolgono, è previsto fino al 15 giugno 2022 l’obbligo di Super Green Pass per accedere al proprio luogo di attività.

Il mancato rispetto delle predette disposizioni si configura mancata partecipazione al PUC e di conseguenza sarà trattata come assenza ingiustificata.

Per evitare la decadenza del Reddito di Cittadinanza ai beneficiari privi di green pass è consigliabile rinunciare al benefico per evitare la decadenza e poter ripresentare la domanda nel momento in cui saranno in possesso della certificazione verde o, in alternativa, quando quest’ultima non sarà più ritenuta necessaria dalla legge.

Per ulteriori informazioni contatta la sede Cedan S.r.l.s. più vicina a te e visita il nostro sito www.cedan.it

Apri chat
1
hai bisogno di aiuto?
Salve, come possiamo aiutarla?