Cedan

PRESENTA LA TUA DICHIARAZIONE DEI REDDITI ENTRO IL 30/09/2022

  • 00Giorni
  • 00Ore
  • 00Minuti
  • 00Secondi
Il 730 è il modello per la dichiarazione dei redditi dedicato ai lavoratori dipendenti e pensionati. Utilizzare il modello 730 non è obbligatorio ma può essere vantaggioso, in quanto il contribuente ottiene il rimborso del credito che emerge dal 730 per effetto di oneri detraibili/ deducibili direttamente in busta paga o nella rata di pensione.
Se invece dal 730 emergono delle imposte da versare, il contribuente non deve fare alcun adempimento perché le imposte sono trattenute dalla retribuzione o dalla pensione direttamente nella busta paga.
 
CHI PU0’ PRESENTARLO:
Possono utilizzare il modello 730 i contribuenti che nel 2021 hanno percepito:
  • redditi di lavoro dipendente e redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente (per esempio contratti di lavoro a progetto)
  • redditi dei terreni e dei fabbricati
  • redditi di capitale
  • redditi di lavoro autonomo per i quali non è richiesta la partita Iva (per esempio prestazioni di lavoro autonomo non esercitate abitualmente)
  • redditi diversi (per esempio, redditi di terreni e fabbricati situati all’estero)
  • alcuni dei redditi assoggettabili a tassazione separata (per esempio, i redditi percepiti dagli eredi a esclusione dei redditi fondiari, d’impresa e derivanti dall’esercizio di arti e professioni).
Possono presentare il modello 730, anche in assenza di un sostituto d’imposta tenuto a effettuare il conguaglio, i contribuenti che nel 2021 hanno percepito redditi di lavoro dipendente, redditi di pensione e/o alcuni redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente e che nel 2022 non hanno un sostituto d’imposta che possa effettuare il conguaglio.
NOVITA’:
Le istruzioni pubblicate dall’agenzia delle entrate contengono delle novità tra le quali emergono le seguenti:
  • Riduzione della pressione fiscale del lavoratore dipendente: dall’anno d’imposta 2021 l’importo annuale del trattamento integrativo e dell’ulteriore detrazione è aumentato a 1.200 euro;
  • Credito d’imposta prima casa under 36: questa nuova agevolazione fiscale consente infatti di ottenere un credito d’imposta per i soggetti under 36 anni di età e con un valore dell’ISEE non superiore a 40.000 euro in caso di acquisto della prima casa assoggettato ad IVA;
Superbonus 110%: nell’ambito della famosa agevolazione fiscale 110% si può dire che dall’anno di imposta 2021 sono previste anche le spese per l’abbattimento delle barriere architettoniche. Queste, per fruire del bonus 110% e non solo quello del 36% devono essere sostenute insieme agli interventi congiunti come il sisma bonus o ecobonus;
Agevolazioni fiscali per Colonnine di ricarica: Per gli interventi di installazione delle colonnine di ricarica iniziati nel 2021 sono previsti dei nuovi limiti di spesa mentre le agevolazioni fiscali connesse restano le stesse;
Recupero del patrimonio edilizio: Viene ampliato il perimetro della detrazione prevista per il recupero del patrimonio edilizio. Dal 2021 comprendono anche le spese di sostituzione del gruppo elettrogeno di emergenza esistente con generatori di emergenza a gas di ultima generazione;
Bonus mobili e arredi: il limite di spesa viene aumentato a 16.000 euro solo per chi ha effettuato la ristrutturazione agevolata;
Spese veterinarie: Dal 2021 il limite di spesa per il quale è consentito fruire della detrazione fiscale IRPEF del 19% delle spese è innalzato a 550 euro;
Spese per i conservatori: è possibile fruire della detrazione del 19 per cento per le spese sostenute per l’iscrizione dei ragazzi ai conservatori, agli AFAM, a scuole di musica iscritte nei registri regionali nonché a cori, bande e scuole di musica riconosciuti da una pubblica amministrazione, per lo studio e la pratica della musica. Si può fruire della detrazione, fino ad un importo non superiore per ciascun ragazzo a 1.000 euro, solo se il reddito complessivo non supera i 36.000 euro;
Comparto sicurezza: il D.P.C.M. del 27 ottobre 2021 prevede che nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2021 e il 31 dicembre 2021, l’imposta lorda determinata sul trattamento economico accessorio, comprensivo delle indennità di natura fissa e continuativa corrisposte al personale del comparto sicurezza e difesa è ridotta per ciascun beneficiario dell’importo massimo di 609,50 euro;
Depuratori: è possibile fruire in dichiarazione del credito d’imposta per i depuratori acqua e riduzione consumo di contenitori in plastica;
Locazioni brevi: dall’anno 2021 il regime delle locazioni brevi è applicabile solo ai contribuenti che destinano a locazione non più di 4 immobili.
Per ulteriori informazioni contatta la sede Cedan S.r.l.s. più vicina a te e visita il nostro sito www.cedan.it
Apri chat
1
hai bisogno di aiuto?
Salve, come possiamo aiutarla?