Cedan

isee in scadenza
attenzione va rinnovato!

  • 00Giorni
  • 00Ore
  • 00Minuti
  • 00Secondi
Assegno Unico Universale, novità introdotte dalla Legge di Bilancio 2023. Ecco tutti i dettagli.
 
L’ Assegno Unico e Universale è un beneficio economico mensile riconosciuto ai nuclei familiari con figli a carico per il periodo compreso tra marzo di ciascun anno e febbraio dell’anno successivo sulla base del valore ISEE. Le novità della legge di bilancio contenute nell’art. 65 prevede un incremento del 50%:
  • – per ciascun figlio di età inferiore a 1 anno;
  • – per ciascun figlio di età compresa tra 1 e 3 anni, per le famiglie con almeno 3 figli in presenza di redditi ISEE fino a 40.000 euro.
  •  
Importi Assegno Unico 2023
In tali casi gli importi, rivalutati, dell’Assegno sono incrementati del 50% per cui, chi possiede:
  • – ISEE pari o inferiore a 15.000 euro: AUU base 2022 è pari a 175 euro mensili. Dal 2023 l’Incremento dell’importo spettante sarà 87,5 euro in più al mese;
  • – ISEE pari o superiore a 40.000 euro: AUU base 2022 è pari a 50 euro mensili. Dal 2023 l’incremento dell’importo spettante sarà 25 euro in più al mese.
  •  
Assegno Unico 2023 importi figli disabili
A ciascun figlio con disabilità minorenne è prevista una maggiorazione, sulla base della condizione di disabilità, come definita ai fini ISEE, degli importi individuati ai sensi dei commi 1e 3 pari a 105 euro mensili (114 euro nel 2023) in caso di non autosufficienza, a 95 euro mensili (103,26 nel 2023) in caso di disabilità grave e a 85 euro mensili (92 euro circa nel 2023) in caso di disabilità media. Per ciascun figlio con disabilità maggiorenne fino al compimento del ventunesimo anno di età è prevista una maggiorazione dell’importo individuato ai sensi del comma 2 pari a 80 euro mensili. (87 euro nel 2023).
 
Per ciascun figlio con disabilità a carico di età pari o superiore a 21 anni è previsto un assegno dell’importo pari a 85 euro mensili (92 euro circa nel 2023). Tale importo spetta in misura piena per un ISEE pari o inferiore a 15.000 euro. Per livelli di ISEE superiori, esso si riduce gradualmente, fino a raggiungere un valore pari a 25 euro (27,17 euro nel 2023) in corrispondenza di un ISEE pari a 40.000 euro. Per livelli di ISEE superiori a 40.000 euro l’importo rimane costante.
 
Per le madri di età inferiore a 21 anni è prevista una maggiorazione degli importi individuati ai sensi dei commi 1 e 3 pari a 20 euro mensili per ciascun figlio (21,74 euro nel 2023).
 
Nel caso in cui entrambi i genitori siano titolari di reddito da lavoro, è prevista una maggiorazione per ciascun figlio minore pari a 30 euro mensili (32,61 euro nel 2023). Tale importo spetta in misura piena per un ISEE pari o inferiore a 15.000 euro. Per livelli di ISEE superiori, esso si riduce gradualmente sino ad annullarsi in corrispondenza di un ISEE pari a 40.000 euro. Per i livelli di ISEE superiori a 40.000 euro, la maggiorazione non spetta.
 
Aumento Assegno unico 2023 del 50% e maggiorazioni disabili figli maggiorenni
Per l’anno 2023, il Governo Meloni, ha reso strutturali le maggiorazioni sociali per i figli disabili maggiorenni. Il messaggio numero 3518 del 27 settembre 2022, ha previsto:
  • per i figli disabili nella fascia di età tra 18 e 20 anni, con ISEE fino a 15.000 euro, il nuovo importo dell’assegno unico (anche per l’anno 2023) è pari 175 (190,23 euro nel 2023) più un minimo di 85 euro (92 euro nel 2023) sino ad un massimo di 105 euro (114 euro nel 2023), in base al grado di disabilità, rispetto agli 85 euro più 80 euro.
  • per i figli disabili di età pari o superiore a 21 anni, per i quali inizialmente l’assegno è stato previsto nella misura massima di 85 euro (92 euro nel 2023), l’importo dell’assegno è equiparato a 175 euro. (190,23 euro nel 2023)
  • Un incremento di importo pari a 120 euro (130,44 nel 2023), nel caso di nuclei con almeno un figlio a carico con disabilità e con Isee inferiore a 25.000 euro.
  •  
Ricordiamo che il testo al momento rimane una bozza. I tempi di approvazione del provvedimento sono piuttosto stretti considerando che dovrà essere pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale entro il 31 dicembre 2022.
 
Per ulteriori informazioni contatta la sede Cedan S.r.l.s. più vicina a te e visita il nostro sito www.cedan.it 
 
Apri chat
1
hai bisogno di aiuto?
Salve, come possiamo aiutarla?